Gayspace News • Sassari: Nozze gay a Sassari: Giovanni e Stefano primi sposi nell?isola
« Unioni civili: Gay Center, esposto contro il sindaco di Cascina
La Chiesa Cattolica USA contro Biden per aver sposato una coppia gay »
Nozze gay a Sassari: Giovanni e Stefano primi sposi nell?isola
Letta 44 volte sul sito
528 volte da visitatori


Sassari - 10 Agosto 2016: La cerimonia si svolgerà in municipio sabato 13 agosto. Il sindaco Nicola Sanna: per la città sarà un passo storico.

Giovanni Fancello e Stefano Resmini saranno i primi nell'isola a tagliare il traguardo dei diritti civili. Fra una settimana i due uomini saranno uniti in matrimonio dal sindaco di Sassari, Nicola Sanna. Un momento atteso da 34 anni, da quando i due, allora giovanissimi (28 anni il primo, 25 il secondo) avevano scelto di stare insieme, di mettere su casa. Insomma, di diventare una famiglia. Per tutti, ma non per lo Stato. Ma ora grazie alla legge Cirinnà la famiglia di Giovanni e Stefano avrà (quasi tutti) i diritti delle altre.

«Mi sembra ancora sconvolgente ? racconta Giovanni Fancello, giornalista gastronomico ? riconoscere le unioni civili era un passaggio fondamentale, vedere coppie di ottantenni che aspettavano questo momento fa capire quanto bisogno ci fosse in Italia di un provvedimento del genere». «Finalmente viene data giusta dignità a un sentimento universale ? gli fa eco il compagno Stefano Resmini, sindacalista bergamasco da 30 anni trapiantato nell'isola ? è una partecipazione alla vita collettiva, non siamo più messi da parte».

La cerimonia. Le nozze di Fancello e Resmini saranno celebrate sabato 13 agosto alle 10 nel municipio di Sassari. A officiare la prima unione tra persone dello stesso sesso sarà il sindaco Nicola Sanna. «È stato lui a chiederci di poterlo fare e a noi non può che fare piacere ? racconta Fancello. In questi giorni abbiamo riscontrato la grande disponibilità del comune di Sassari. Abbiamo prenotato la cerimonia per mail una decina di giorni fa e lunedì ci hanno chiamato per avere la conferma. Senza bisogno di pubblicazioni. È stato tutto di una facilità estrema».

Privacy. Dall'anagrafe è stato chiesto alla coppia se voleva mantenere il segreto sull'unione. Ma la risposta è stata negativa. «Noi vogliamo renderla pubblica ? dice ancora Fancello ? perché riteniamo giusto far sapere che è ora possibile vedere riconosciuti i nostri diritti». «Il clamore a noi interessa poco ? aggiunge Resmini ? è un traguardo che noi viviamo con tranquillità e piacere, ma finalmente è stata sancita una regola che dà la giusta dignità alle nostre unioni. Noi già eravamo una famiglia, così ci sentivamo noi, così ci consideravano parenti e amici, ma ora anche noi abbiamo più garanzie e più fiducia nello Stato. Certo, la legge ha delle lacune, ma l'importante è aver portato a casa un risultato che appena tre anni fa sembrava impensabile da ottenere».

Un brindisi in piazza. Giovanni e Stefano, dunque, saranno i primi a unirsi civilmente in Sardegna. Le prime nozze gay a Cagliari sono fissate infatti per la seconda metà di agosto. Ma nessuno immagini un mega party tipico dei matrimoni. «Niente bomboniere ? assicura Fancello ? ci limiteremo a brindare con un bicchiere di vino in piazza. Poi a pranzo con i testimoni e più avanti una festa per gli amici. In questo momento ci interessa solo goderci il diritto conquistato».

Il sindaco. Alla gioia di Giovanni e Stefano si accoda Nicola Sanna, primo sindaco dell'isola a celebrare un'unione civile. «Dopo le tante battaglie fatte anche a Sassari per l'istituzione del registro delle unioni civili ? dice ? nei prossimi giorni in città si compirà un passo, così possiamo dire, storico. Da un registro pro forma, approvato il 6 luglio del 2011, si passa a un riconoscimento pieno di una realtà che adesso viene regolarizzata. Sono contento e con piacere celebrerò questa prima unione nella storia dello stato civile del Comune di Sassari che, seppure differente dal matrimonio, consente il pieno riconoscimento di quei diritti che le altre coppie vedevano già riconosciuto.
Tag:

Unioni Civili

 
     

Unioni Civili

Unioni Civili gay