Gayspace News • Rovigo: Sgarbi: Il sindaco non sposa i gay? Lo faccio io
« Eugenia Roccella: «Gay sono froci e pervertiti»
Bonus mobili anche alle giovani coppie gay »
Sgarbi: Il sindaco non sposa i gay? Lo faccio io
Letta 53 volte sul sito
519 volte da visitatori


Rovigo - 2 Agosto 2016: Sulle coppie omosessuali ci mette lo zampino anche Vittorio Sgarbi. Il noto critico d'arte, assessore alla Rivoluzione di Urbino, ha lanciato un video sulla sua pagina Facebook: «Le coppie gay? Se non può sposarle il sindaco di Rovigo, lo faccio io qui».
Sgarbi inizia il suo videomessaggio passandosi una mano tra i capelli brizzolati. Poi parte lancia in resta e annuncia che la città ducale sarà nel 2019 Capitale Europea delle coppie gay. «Mi sembra il migliore risarcimento - osserva - per l'esclusione della città simbolo del Rinascimento italiano dall'elezione a Capitale europea della Cultura. Sarò io a celebrare i matrimoni gay. A Urbino troveranno quella libertà che altrove è loro negata».

E' questa la risposta di Vittorio Sgarbi a Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo che, nei giorni scorsi, ha affermato:

«La Famiglia può essere solo una: l'unione tra un Uomo ed una Donna ha postato Bergamin -. E se un bel giorno si presentassero in tre? E se qualcuno viene qua con un cavallo e vuole sposare quello? Mai e poi mai, con la fascia da Sindaco, celebrerò un matrimonio tra due persone dello stesso sesso. Ci sono problemi più importanti da affrontare. Conseguentemente, per quanto mi riguarda, esistono solo Mamma e Papà. Genitore 1 e genitore 2 non è roba che mi riguarda». Ed ha annunciato la sua presenza a Mardimago di Rovigo, insieme al vescovo Pierantonio Pavanello, per la festa della famiglia. «Altro che gay pride» ha concluso il primo cittadino leghista, affermando che l'unione tra due persone dello stesso sesso sia paragonabile all'unione di un uomo con un cavallo, in quanto parallelamente contro natura.
Tag:

Unioni Civili

 
     

Unioni Civili

Unioni Civili gay